COVID e nuove forme di lavoro: pandemia e digitalizzazione svuoteranno le città?

Martedì 2 febbraio 2021
Dalle ore 16.00 alle 17.00
Tavola rotonda in streaming Zoom

La pandemia continua a fare la parte del leone nei titoli di giornale e ha ripercussioni sulla nostra vita e sul nostro lavoro. Il virus ha innescato la più grande emergenza economica dalla crisi petrolifera degli Anni Settanta e una forte incertezza in merito agli ulteriori sviluppi. Il telelavoro, per alcuni settori e per alcune regioni, rappresenta una soluzione transitoria accettata sia dalle imprese sia dai lavoratori. Ma sul medio e lungo termine quali saranno le nuove forme di lavoro che si imporranno? Quali sarà l’impatto di questa tendenza nel breve-medio termine sul piano giuridico e dell’organizzazione aziendale? Quale ruolo sta avendo la digitalizzazione nell’accompagnare questi processi? Il COVID-19 lascerà tracce anche sul mercato immobiliare, di cui è testimone la visibile riluttanza degli investitori nei confronti degli strumenti d’investimento orientati alle superfici commerciali. Al momento, non solo gli analisti, ma anche le imprese sono ancora piuttosto discordi sulla portata degli effetti del trend del lavoro da casa sul fabbisogno futuro di superfici. Si tratterà di una rivoluzione o di un’evoluzione? Il webinar mira a fornire una visione d’insieme sulla tematica e ad approfondire con alcuni argomenti in ambito bancario, giuridico, informatico e immobiliare, al fine di tastare la situazione sulla piazza finanziaria ticinese.

Relatori:
- Sara Carnazzi Weber- Credit Suisse
- Franco Citterio - Ticino for Finance
- Carlo Hildenbrand - Swisscom
- Pietro Soldini – Banca Stato
- Karin Valenzano Rossi - Avvocato

Registrazione on-line obbligatoria